icone

                               
Diritto del lavoro è un servizio gratuito. Aiutaci a mantenere aperta la partecipazione a tutti, semplicemente cliccando "Mi piace". A te non costa nulla, per noi vuol dire molto

CASS., S.U., MASSIMA SENT. N. 20074 DEL 23.09.2010

Massima 1: Premesso che ai sensi del combinato disposto dei commi 5 e 12 dell'art. 3 del D.L. n. 726/1984, in caso di trasformazione del rapporto di formazione e lavoro in rapporto a tempo indeterminato (ovvero in caso di assunzione a tempo indeterminato, con chiamata nominativa, entro dodici mesi dalla cessazione del rapporto di formazione e lavoro) il periodo di formazione e lavoro deve essere computato nell'anzianità di servizio, tale norma opera anche allorquando l'anzianità è presa in considerazione da discipline contrattuali ai fini dell'attribuzione di emolumenti che hanno fondamento nella sola contrattazione collettiva.

Massima 2: La disposizione secondo la quale in caso di trasformazione del rapporto di formazione e lavoro in rapporto a tempo indeterminato, ovvero nel caso di assunzione a tempo indeterminato, con chiamata nominativa, entro dodici mesi dalla cessazione del rapporto di formazione e lavoro, il periodo di formazione e lavoro deve essere computato nell'anzianità di servizio (art. 3 del d.l. n. 726 del 1984), opera anche quando l'anzianità sia presa in considerazione da discipline contrattuali ai fini dell'attribuzione di emolumenti che hanno fondamento nella sola contrattazione collettiva.

Cosa fare a Napoli