Passa ai contenuti principali

ASSUNZIONE IN RUOLO PERSONALE DOCENTE - GRADUATORIE - CASS. MASSIMA SENT. N. 27600 DEL 29.12.2006

Con la sentenza in commento, la Suprema Corte ha stabilito che, in ordine all'assunzione in ruolo del personale docente della scuola, mediante la trasformazione delle graduatorie relative ai singoli concorsi in graduatoria permanente, si realizza una forma di coordinamento fra la permanente utilizzabilità, nel tempo, della lista dei possibili aspiranti ed il diverso momento nel quale ciascun aspirante ha acquisito il diritto ad una futura eventuale assunzione. Tale distinzione è evidenziata nel T.U. delle disposizioni in materia di istruzione relative alle scuole di ogni ordine e grado (ovvero art. 401, comma 2, d.lgs. n. 297 del 1994, come modificato dalla legge n. 124 del 1999) - il quale prevede la periodica integrazione della graduatoria con l'inserimento dei vincitori dell'ultimo concorso e l'aggiornamento contestuale delle posizioni dei vincitori in epoca precedente, ivi già compresi, non potendo avvenire l'inserimento dei nuovi vincitori con il superamento o lo scavalcamento di questi -, cui ha dato attuazione il d.m. n. 146 del 2000, recante la previsione che l'inclusione avvenga in coda alle graduatorie di base, integrate e aggiornate e l'articolazione della graduatoria in fasce. Ne segue che la quota di riserva in favore dei disabili opera nell'ambito delle singole fasce e il diritto di priorità nell'assunzione, in favore del docente disabile, non può che riguardare la graduatoria concorsuale della quale sia risultato vincitore, con il temperamento di cui all'art. 16, comma 2, della legge n. 68 del 1999, non sussistendo alcuna priorità nei riguardi dei concorrenti collocati, in epoca anteriore, in posizione utile. Né rileva, in senso contrario, che l'unificazione in una graduatoria permanente concerne graduatorie di soggetti abilitati, giacché con il diritto ad essere assunti, con priorità, nei confronti dei soggetti collocati in posizione migliore, a prescindere dalla tornata concorsuale, si acquisirebbe un diritto non diversamente conseguibile con le graduatorie separate e con l'assunzione in base al criterio di priorità temporale; né nella legge è dato desumere che la posizione di priorità vada oltre i limiti della selezione incidendo sui risultati delle precedenti; né un diritto di assunzione con priorità poteva essere attribuito da norme di rango regolamentare, onde queste ultime, in conformità alle disposizioni di legge, hanno provveduto a ribadire, con il sistema delle fasce, la sostanziale autonomia di ciascuna delle selezioni in base alle quali si è provveduto all'inserzione degli interessati nella graduatoria permanente.

Post popolari in questo blog

FORMULARIO: RICORSO EX ART. 442 C.P.C. - INFORTUNIO SUL LAVORO - MODELLO

Approfondimento sull' infortunio sul lavoro TRIBUNALE DI … SEZ. LAV. E PREVIDENZA RICORSO EX ART. 442 C.P.C. Per: il Sig. ... (C.F.: …) nato a …, il …, residente in … (…), in via …, n. … rappresentato e difeso, dall’Avv. … (C.F.: …) e presso il suo studio elettivamente domiciliato in …, via … n. …, giusta procura a margine del presente ricorso, con richiesta di inviarsi le comunicazioni a … Ricorrente Contro: I.N.A.I.L., Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro, in persona del suo legale rappresentante pro tempore, con sede in … Resistente Oggetto: Infortunio sul lavoro in itinere Premesso 1) che l’istante è dipendente di …, con qualifica di “…”, matricola n. …; 2) che il ricorrente, residente in …, prestava la propria attività lavorativa presso l’ufficio …, sito in via …, n. … sin dal …; 3) che, in data …, l’istante si recava presso la stazione F.S. di … prendendo un treno proveniente da … e diretto a …, al fine di rec

MEMORIA DIFENSIVA EX ART. 416 C.P.C. CON DOMANDA RICONVENZIONALE

TRIBUNALE DI … SEZ. LAVORO MEMORIA DIFENSIVA EX ART. 416 C.P.C. CON RICONVENZIONALE G.L.: Dr. … – R.G. n.: …– Ud.: … Per la Società …, P.IVA: …, in persona del suo legale rappresentante pro tempore, rappresentata e difesa, dall’Avv. … (C.F.: …) ed elettivamente domiciliata presso lo studio legale …, in … (…), via …, n. …, giusta procura in calce al ricorso notificato (…), con richiesta di effettuarsi le comunicazioni di cancelleria a mezzo fax all’utenza n. …ovvero a mezzo pec all’indirizzo e-mail: … Resistente Contro la Sig.ra …, con l’avv. …, elettivamente domiciliata presso lo studio di quest’ultimo, in … Ricorrente Premesso Con ricorso depositato in data … e notificato il …, la ricorrente adiva il Tribunale di …, sezione lavoro, assumendo di aver prestato la propria attività lavorativa, nella qualità di ..., dall’aprile 2005 al maggio 2011 alle dipendenze della resistente. In particolare, parte ricorrente indica che … * Ciò premesso, con la presente memoria difensiva si

Formulario: richiesta pagamento T.F.R. (trattamento di fine rapporto) - Modello lettera di messa in mora

Raccomandata a/r Spett.le Società Datore di lavoro … Via … Città Anticipata via fax al n. ... [inserire numero] Oggetto: richiesta pagamento T.F.R. – messa in mora Egregi Signori, con la presente sono a richiederVi quanto segue. Il sottoscritto Sig. …, è stato Vostro dipendente con matr. n. … con decorrenza dal … al …. Il rapporto di lavoro si è interrotto, con il rispetto del periodo di preavviso, per dimissioni rassegnate con raccomandata a/r datata … e da Voi ricevuta il … A seguito dell’interruzione del rapporto di lavoro, però, non è stato versato il T.F.R. maturato dal sottoscritto. Vi invito, pertanto a volermi rimettere le somme dovutemi pari ad euro ... come da conteggi allegati [ per il calcolo del TFR vai qui ] . Tanto premesso, Vi manifesto che, in mancanza di pagamento di quanto dovuto e richiesto, entro 15 giorni dal ricevimento della presente, sarò costretto – mio malgrado – ad adire la competente Autorità Giudiziaria, per il persegu