Passa ai contenuti principali

Soccombenza virtuale spese INPS

Tribunale di Milano, sez. lavoro, sentenza del 10.06.2013
Svolgimento del processo - Motivi della decisione

Chiedeva che venisse dichiarata l'irripetibilità dell'indebito in relazione al periodo 1/1/2002 - 1/10/2003 stante il disposto dell'art. 42 comma 5 l. 326\2003.

Si costituiva l'I.N.P.S. e deduceva che, anche a seguito delle avverse deduzioni ed eccezioni in via amministrativa, esercitando la propria potestà di autotutela aveva provveduto in data 1/8/12 ad emettere un provvedimento di abbandono dell'indebito per tal periodo e ridotto la somma di Euro 2421,30 a sgravio dell'avviso di indebito opposto.

All'odierna udienza le parli, dato atto che la somma ripetibile è quella di Euro 3362,66 come da doc 6 INPS, concordemente hanno chiesto dichiarazione di cessazione della materia del contendere.

L'avv.to Es. ha chiesto la condanna dell'Istituto al pagamento delle spese legali da distrarre a proprio favore; l'I.N.P.S. ha chiesto l'integrale compensazione in ragione del corretto comportamento processuale.

La concorde richiesta delle parti deve essere accolta.

Entrambe infatti rappresentano che le somme ripetibili, escluse dal'INPS in via di autotutela quelle relative al periodo coperto dalla previsione di cui all'artart. 42 ex l. 326/2003, ammontano a Euro 3362,66.

Tanto premesso e alla luce dell'intervenuto provvedimento di sgravio in relazione al ruolo opposto deve dunque essere dichiarata la cessazione della materia del contendere.

Parte ricorrente ha chiesto la dichiarazione della soccombenza virtuale. L'I.N.P.S. ha chiesto l'integrale compensazione in ragione del buon comportamento processuale e del fatto che il provvedimento di abbandono dell'indebito è intervenuto prima (28/8/13) della proposizione del presente ricorso. Considerato da un lato che non vi è prova che di tale provvedimento sia stata data comunicazione alla ricorrente in via amministrativa e dell'attività del difensore dispiegata in una sola udienza, si ritiene di porre a carico della parte virtualmente soccombente la sola somma pari ad Euro 500,00 oltre accessori e di compensare nel resto.

P.Q.M.

Il Giudice, definitivamente pronunciando sulle domande proposte, così provvede:

dichiara cessata la materia del contendere.

Pone a carico di parte convenuta le spese per Euro 500,00, oltre accessori da distrarsi a favore del difensore antistatario; compensa nel resto.

Fissa termine di gg. 15 per il deposito dei motivi.

Così deciso in Milano il 7 giugno 2013.

Depositato in Cancelleria il 10 giugno 2013.

Post popolari in questo blog

FORMULARIO: RICORSO EX ART. 442 C.P.C. - INFORTUNIO SUL LAVORO - MODELLO

Approfondimento sull' infortunio sul lavoro TRIBUNALE DI … SEZ. LAV. E PREVIDENZA RICORSO EX ART. 442 C.P.C. Per: il Sig. ... (C.F.: …) nato a …, il …, residente in … (…), in via …, n. … rappresentato e difeso, dall’Avv. … (C.F.: …) e presso il suo studio elettivamente domiciliato in …, via … n. …, giusta procura a margine del presente ricorso, con richiesta di inviarsi le comunicazioni a … Ricorrente Contro: I.N.A.I.L., Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro, in persona del suo legale rappresentante pro tempore, con sede in … Resistente Oggetto: Infortunio sul lavoro in itinere Premesso 1) che l’istante è dipendente di …, con qualifica di “…”, matricola n. …; 2) che il ricorrente, residente in …, prestava la propria attività lavorativa presso l’ufficio …, sito in via …, n. … sin dal …; 3) che, in data …, l’istante si recava presso la stazione F.S. di … prendendo un treno proveniente da … e diretto a …, al fine di rec

MEMORIA DIFENSIVA EX ART. 416 C.P.C. CON DOMANDA RICONVENZIONALE

TRIBUNALE DI … SEZ. LAVORO MEMORIA DIFENSIVA EX ART. 416 C.P.C. CON RICONVENZIONALE G.L.: Dr. … – R.G. n.: …– Ud.: … Per la Società …, P.IVA: …, in persona del suo legale rappresentante pro tempore, rappresentata e difesa, dall’Avv. … (C.F.: …) ed elettivamente domiciliata presso lo studio legale …, in … (…), via …, n. …, giusta procura in calce al ricorso notificato (…), con richiesta di effettuarsi le comunicazioni di cancelleria a mezzo fax all’utenza n. …ovvero a mezzo pec all’indirizzo e-mail: … Resistente Contro la Sig.ra …, con l’avv. …, elettivamente domiciliata presso lo studio di quest’ultimo, in … Ricorrente Premesso Con ricorso depositato in data … e notificato il …, la ricorrente adiva il Tribunale di …, sezione lavoro, assumendo di aver prestato la propria attività lavorativa, nella qualità di ..., dall’aprile 2005 al maggio 2011 alle dipendenze della resistente. In particolare, parte ricorrente indica che … * Ciò premesso, con la presente memoria difensiva si

Formulario: richiesta pagamento T.F.R. (trattamento di fine rapporto) - Modello lettera di messa in mora

Raccomandata a/r Spett.le Società Datore di lavoro … Via … Città Anticipata via fax al n. ... [inserire numero] Oggetto: richiesta pagamento T.F.R. – messa in mora Egregi Signori, con la presente sono a richiederVi quanto segue. Il sottoscritto Sig. …, è stato Vostro dipendente con matr. n. … con decorrenza dal … al …. Il rapporto di lavoro si è interrotto, con il rispetto del periodo di preavviso, per dimissioni rassegnate con raccomandata a/r datata … e da Voi ricevuta il … A seguito dell’interruzione del rapporto di lavoro, però, non è stato versato il T.F.R. maturato dal sottoscritto. Vi invito, pertanto a volermi rimettere le somme dovutemi pari ad euro ... come da conteggi allegati [ per il calcolo del TFR vai qui ] . Tanto premesso, Vi manifesto che, in mancanza di pagamento di quanto dovuto e richiesto, entro 15 giorni dal ricevimento della presente, sarò costretto – mio malgrado – ad adire la competente Autorità Giudiziaria, per il persegu